Ruanda: istruzione, un nuovo punto di vista sulla vita per i giovani rifugiati
29 marzo 2012

I corsi di formazione professionale sono una fonte di speranza e socializzazione per i giovani rifugiati a Kibuye, Ruanda. (Peter Balleis SJ/JRS)
È bellissimo perché così sono in contatto con altri giovani della mia età che vivono la mia stessa situazione e, soprattutto, perché uscirò di qui dopo aver imparato un mestiere.
Kibuye, 29 marzo 2012 – Per Benjamin Twizere, l'opportunità di prendere parte al corso di cucina e panificazione del JRS ha ridato la speranza di una nuova vita. È uno dei 65 studenti rifugiati del Ruanda occidentale a cui i JRS ha offerto opportunità di imparare un mestiere; Benjamin l'ha afferrata con tutte e due le mani.

Uno dei momenti più difficili nella vita di Benjamin è stato quando ha capito di non avere soldi per continuare a studiare.

"Sono andato a scuola fino al terzo anno delle superiori. Mi sarebbe piaciuto continuare a studiare e frequentare l'università fuori di Kiziba; ma non potevo permettermelo. Dopo non avevo più nulla da fare tutto il giorno, passavo il mio tempo a casa da solo. Era così debilitante. Stavo iniziando a perdere la voglia di andare avanti," ricorda.

Dopo lo scoppio della guerra nella Repubblica Democratica del Congo, la famiglia di Benjamin è stata costretta a lasciare il villaggio nella provincia orientale di Kivu Nord. Benjamin aveva cinque anni, all'epoca; ora ne ha 20 e da quel momento ha sempre vissuto nel campo di Kiziba, uno dei tre campi profughi del Ruanda, che ospita circa 18mila rifugiati, per lo più congolesi.

"A volte è difficile credere che ci sia un mondo reale fuori da questo campo, perché ho vissuto qui praticamente per tutta la mia vita. Mio padre ci parla tutto il tempo del nostro Paese, il Congo, e ci dice che la vita lì sarebbe più facile. Ma purtroppo non possiamo tornare indietro a causa della guerra lì," dice Benjamin.

Poi un giorno Benjamin ha sentito parlare dei corsi di cucina del JRS, uno dei molti corsi di formazione professionale organizzati per sostenere i giovani che vivono nel campo.

"Da quando ho iniziato il corso ho trovato un modo molto stimolante di occupare le mie giornate. Vado a lezione ogni giorno dalle otto alle tre. È bellissimo perché così sono in contatto con altri giovani della mia età che vivono la mia stessa situazione e, soprattutto, perché uscirò di qui dopo aver imparato un mestiere", aggiunge Benjamin.

Benjamin ha deciso di iscriversi al corso perché ha pensato che lo aiuterà a trovare lavoro in uno dei molti hotel e ristoranti nel resort turistico di Kibuye, a pochi chilometri da Kiziba sul Lake Kivu.

"Ora sono specializzato nella preparazione di dolci e anche di piatti più tradizionali. Grazie agli istruttori del JRS ho imparato a cuocere pane, biscotti da tè, bignè e ogni genere di torta. So anche preparare diverse salse: salsa provenzale, bolognese, melanzane e carote e anche varie zuppe e insalate", spiega Benjamin.

"Sono davvero entusiasta di quello che stiamo imparando e spero che alla fine del corso riuscirò a trovare lavoro in un hotel e aiutare la mia famiglia. Poi, se un giorno realizzerò il mio sogno di tornare a vivere nella RDC, sarò anche più sicuro che non solo sarò in grado di trovare un lavoro, grazie alle competenze che ho acquisito qio. Chissà, forse riuscirò persino ad aprire un ristorante", aggiunge Benjamin.

Share your comments here
Name
Do not inlcude my name with this reflection.
Email
City State Country
Reflection
Yes, Add me to the JRS email list.